Autumn Lab for Kids

 

 

Let's unleash our creativity and interact in English to create something unique.

L'autunno, con i suoi colori e le sue atmosfere magiche, ci ispira attacchi creativi. E allora ne facciamo un Lab in English per bambini!

 

Sono invitati tutti i bambini delle materne (dalle h 15 alle 16.30) e delle elementari (dalle h 17 alle 18.30)!

Scateneremo la nostra creatività per dar vita a creazioni autunnali, interagendo in inglese e imparando il lessico legato all'autunno.

Il contributo di partecipazione è di 10 euro a partecipante. E’ richiesta la prenotazione: info@reallanguage.it o 3756284364.

 

 

Come funzionano i Creative Labs?

Tutto ciò che viene ideato a Real Language, soprattutto le attività per bambini, è fondato sul principio dell'apprendimento tramite il divertimento, l'emozione e l'interattività. Questa serie di laboratori è dunque pensata per permettere ai bambini di trascorrere un pomeriggio divertente ed educativo.

Lo scopo dei Creative Labs è quello di promuovere un utilizzo della lingua concreto, in modo che i bambini inizino ad abituarsi a considerarla non una cosa "da imparare" fine a se stessa, ma uno strumento utile a raggiungere scopi diversi... in questo caso l'inglese è lo strumento che ci permette di giocare e realizzare creazioni dal tema ogni volta diverso. In tal modo si crea un'esperienza immersiva e coinvolgente, che raggiunge anche lo scopo di associare l'inglese ad emozioni positive, andando a prevenire o cercare di minimizzare l'effetto di "blocco mentale" o rifiuto nei confronti della lingua che talvolta l'esperienza scolastica induce, involontariamente, nei bambini.

 

I Lab iniziano tendenzialmente con delle attività ludiche in cui viene introdotto il vocabolario predominante che ritornerà più e più volte durante il workshop.

 

 

 

 

Dopodichè si passa all'attività creativa che è il cuore del laboratorio. Potrebbe essere una creazione manuale, come quando abbiamo fatto lo slime...

 

 

 

 

 

...oppure un esperimento scientifico, come quando abbiamo simulato la pioggia in una ciotola.

Condividi questo articolo