Ecco come devi leggere ai tuoi figli se vuoi potenziare le loro capacità cognitive

Posted on Posted in Inglese per bambini
Lettura dialogica
Designed by Freepik

 

La lettura di una storia ai bambini è più di un semplice momento di svago. Mentre i piccoli ascoltano, infatti, “dietro le quinte” avvengono tutta una serie di processi cerebrali che noi adulti possiamo potenziare se leggiamo loro in un certo modo. Le neuroscienze ci aiutano a capire come.

Il Cincinnati Children’s Hospital Medical Center ha pubblicato uno studio condotto su un campione di bambine di 4 anni a cui venivano lette delle storie dalle loro mamme. La ricerca ha dimostrato che le bambine a cui le mamme leggevano in maniera dialogica mostravano un’attività cerebrale maggiore nelle parti del cervello legate all’acquisizione e sviluppo di abilità cognitive attraverso il linguaggio.

 

Cos’è una “lettura dialogica”?

Quando leggiamo ai bambini, possiamo farlo in due modi: il primo è semplicemente una lettura in cui il bambino ascolta passivamente; oppure possiamo fare in modo di coinvolgerlo e rendere l’esperienza più simile a un dialogo che a una lettura monodirezionale. Come fare in pratica?

Innanzitutto, per coinvolgere maggiormente i bambini, dobbiamo leggere in maniera teatrale, assegnando voci diverse ai vari personaggi e gesticolando. Per rendere l’esperienza interattiva, poi, con i bambini più piccoli possiamo far loro osservare la pagina che stiamo leggendo, chiedendo di mostrarci con il dito le varie immagini man mano che le menzioniamo nella storia; possiamo anche far loro girare la pagina e ripetere delle semplici espressioni o versi che compaiono nella storia.
Con i bambini più grandi la faccenda si fa ancora più divertente: possiamo coinvolgerli chiedendo loro cosa pensano che accadrà dopo, se un particolare personaggio gli piace o no, oppure di inventare un finale alternativo per la storia… le possibilità sono innumerevoli!

Se adotterai questo semplice metodo di lettura, non solo renderai l’esperienza più divertente, ma aiuterai i piccoli in età prescolare nello sviluppo delle loro abilità cognitive, in particolare di comprensione, spianando così loro la strada per un percorso scolastico futuro più agevole.

 

Come si applica tutto ciò all’inglese?

Gli insegnanti di Real Language che lavorano con i bambini in età prescolare adottano già questo metodo di lettura nelle attività di storytelling. Ascoltando una storia in lingua straniera, infatti, i bambini devono essere messi in grado di capire cosa sta succedendo nel racconto: è per questo che mostriamo loro le immagini che accompagnano il testo e chiediamo loro di aiutarci a raccontare la storia con i vocaboli che sanno già. Interagiamo con loro facendo loro delle domande sulle immagini della storia, da cui poi partiamo a raccontare, e chiedendo ai piccoli ad esempio dove si trovano i personaggi, qual è il loro umore, cosa stanno facendo, che tempo fa nella storia, eccetera. Il divertimento, ma soprattutto il coinvolgimento, sono assicurati!

Informati sui nostri corsi per bambini!

 

Ecco il link all’articolo originale su Inc.com.

 

Condividi questo articolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *