Pronuncia inglese: le lettere mute

Posted on Posted in Pronuncia

Pronuncia inglese vocale segreta

Tutti sanno che nella maggior parte dei casi la e alla fine di una parola è muta. Ma quali sono tutte le altre lettere che non dobbiamo pronunciare? Conoscerle ci permette di evitare qualche brutta figura.
Cliccando sulle parole verrai mandato al dizionario Wordreference, dove potrai ascoltare la pronuncia se clicchi sull’icona a forma di altoparlante.

 

SILENT B

In pochi sanno che la B a fine parola è spesso muta, come in questi casi:

In alcuni casi, la B è muta anche quando si trova prima della T:

 

SILENT D

Alcune delle parole con la D muta sono davvero molto comuni, quindi è bene saperle:

 

SILENT G

Importantissimo conoscere la pronuncia di queste parole:

  • High – /haɪ/
  • Sign – /saɪn/
  • Light – /laɪt/, night – /naɪt/ e tutte le parole con la stessa desinenza.
  • Through – /θruː/
  • Though – /ðəʊ/
  • Thought – /θɔːt/ – Bought – /bɔːt/ – Caught – /kɔːt/, cioè i past simple e past participle irregolari dei verbi to think, to buy, to catch, che rimano tra loro.

 

SILENT H

Come abbiamo visto nell’articolo sulla pronuncia inglese di base, la H aspirata è spesso un problema per gli italiani, perché si tende a non considerarla una vera e propria lettera. In inglese però, pronunciarla o no fa davvero la differenza, tanto da cambiare il significato di ciò che stiamo dicendo.
In genere la H è aspirata, ma ci sono dei casi in cui è muta:

 

SILENT K

Essendo una consonante molto dura, per noi italiani non è facile accorgerci di quando invece è muta. Eppure ci sono delle parole anche piuttosto comuni di cui dobbiamo conoscere la pronuncia, e sono quelle che cominciano con KN:

 

SILENT L

Anche questo gruppo di parole è piuttosto importante e poco conosciuto, come abbiamo visto nell’articolo sulla pronuncia inglese avanzata:

 

SILENT N

Si tratta in questo caso di vocaboli meno comuni, in genere quelli che terminano in MN:

 

SILENT P

In questa categoria abbiamo un gruppo di parole che fa spesso cadere in trappola gli italiani, ovvero quelle legate al mondo della psiche:

Aggiungiamo poi altre due parole abbastanza comuni:

 

SILENT R – ATTENZIONE: BRITISH ENGLISH ONLY!

In UK, la R è muta a fine parola o prima di una consonante:

Stiamo parlando di tantissimi vocaboli, perciò qui ne trovi elencati soltanto due a titolo esemplificativo. Per una spiegazione più completa e qualche consiglio, dai un’occhiata al nostro articolo sulla pronuncia inglese avanzata.

 

SILENT S

È importante sapere che la S è muta nelle seguenti parole:

Come puoi notare, isle e aisle sono omofoni, cioè si pronunciano esattamente allo stesso modo.

 

SILENT T

In alcuni casi anche la T è muta:

  • Listen – /ˈlɪsən/
  • Castle – /ˈkɑːsəl/
  • Christmas – /ˈkrɪsməs/
  • Often – /ˈɒfən/ – ATTENZIONE: questo è valido soltanto in American English, mente in British English la T di often si pronuncia.

 

SILENT U

La U è muta in questi casi:

 

SILENT W

L’ultima categoria contiene vocaboli che spesso ci traggono in inganno. Ricordiamoci quindi che nelle seguenti parole la W è muta:

ATTENZIONE: nei casi in cui la W non è muta, ricordati di non pronunciarla MAI “V”, ma sempre “U”!

 

Periodicamente, Real Language organizza dei workshop dedicati alla pronuncia: controlla nella sezione workshop se c’è qualche evento che ti può interessare in questo periodo, oppure iscriviti alla newsletter in fondo a questa pagina per restare informato sulle nostre iniziative.

Hai delle domande, dei commenti o dei suggerimenti? Scrivici qua sotto!

Condividi questo articolo

4 thoughts on “Pronuncia inglese: le lettere mute

    1. Ciao Flavia, ci fa piacere che tu abbia apprezzato questo articolo! Se vuoi seguirci su Instagram troverai altri contenuti gratuiti su vari aspetti della lingua: instagram.com/reallanguagemilano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *